Info capanna

Capannara:
Nathalie Codina
sabb.quarnei@bluewin.ch
T: +41 (0)79 923 80 17

Capanna aperta ma incustordita fino al 15 giugno

Società Alpinistica Bassa Blenio

storia e comitato

Home|società
società 2017-05-11T19:47:35+00:00

SOCIETÀ ALPINISTICA BASSA BLENIO

Storia

Nella sala del Consiglio Comunale di Malvaglia, giovedì 26 gennaio 1995, alla presenza di una trentina di amici della montagna è stata costituita la Società Alpinistica Bassa Blenio.
Da tempo infatti si faceva sempre più impellente il desiderio di rivalutare l’ambiente montano della Bassa Blenio ed in particolare quello della stupenda Valle Malvaglia. Valle che negli ultimi anni è pure stata oggetto di attenzione da parte della Confederazione e del Cantone che l’hanno inserita nell’inventario dei paesaggi e dei monumenti naturali d’importanza nazionale. Un vivo interesse lo dimostrò pure il compianto Pierangelo Donati con i suoi studi dendrocronologici, unici nell’arco alpino, compiuti sulle costruzioni della villa di Dagro.
Un primo passo, verso una maggior presa di coscienza dell’importanza del ricco patrimonio che ci attornia e verso una sua gestione “indigena”, è stato fatto giovedì grazie all’iniziativa del signor Felicino Cavargna, segretario comunale, che ha coinvolto e riunito un gruppo di amici.
L’appello è stato prontamente accolto e nell’entusiasmo è nata la Società Alpinistica Bassa Blenio.
Tra gli scopi che essa si prefigge vi sono:

  • promuovere la conoscenza e il rispetto delle bellezze naturali e ambientali della Valle Malvaglia e della montagna della Bassa Valle di Blenio;
  • realizzare e gestire rifugi alpini con particolare attenzione alla Valle Malvaglia tuttora ancora completamente sguarnita;
  • contribuire alla comprensione della civiltà contadina nella quale affondano le nostre radici e alla quale dobbiamo buona parte di quel patrimonio che oggi ammiriamo.

La neocostituita società non intende soppiantarne altre ma s’inserisce in uno spazio ancora libero. Già sin d’ora pone come prioritaria la collaborazione con tutte le associazioni, alpinistiche e no, e le istituzioni locali.